Cos’è e a cosa serve la funzione crisp nel forno a microonde combinato

I forni a microonde hanno subito delle notevoli mutazioni, soprattutto adesso che anche la tecnologia ha apportato delle innovazioni sempre più utili, al fine di agevolare l’individuo con il proprio tempo. Grazie proprio a queste innovazioni, è nata l’idea di inventare una tipologia di cottura avanzata che andasse a garantire una cottura dei cibi molto simile al classico forno, ovvero con croccantezza e doratura. Questa funzione ultima che è stata inventata è dovuta alla cottura Crisp. Andiamo a scoprire di che cosa stiamo parlando in questa guida.

Chi ha ideato la funzione Crisp?

Bisogna fare una premessa, dato che con il termine Crisp si va ad intendere una funzione che è stata ideata e brevettata dal famosissimo marchio Whirpool. Tutti gli altri produttori dei vari forni a microonde, dopo tale invenzione, hanno cominciato anche loro a inserire tale funzione nei loro modelli, ma cambiando l’appellativo: Crispy invece di Crisp nel caso del marchio LG. Ma, a prescindere da quella che è la sua denominazione, diventa importante capire anche che cosa sia e a che cosa serva la funzione Crisp. Quindi, andiamo a scoprirlo nel prossimo paragrafo!

Cosa è la funzione Crisp?

Per cominciare, potremo dire che tale funzione è una funzione di cottura, come nel nostro forno a microonde combinato, che allo stesso tempo può utilizzare la funzione del forno a microonde classico, di quello ventilato e del grill. Però, a differenza del nostro fornetto combinato, la funzione di cottura Crisp ha bisogno della propria teglia antiaderente, chiamata infatti Crisp. La teglia viene fornita come un classico accesorio di base con tutti i modelli di forno a microonde combinato con funzione Crisp.

Caratteristiche della cottura

Il sistema della cottura ventilata è quella che consente di andare a distribuire il calore in modo uniforme potendo mantenere ben umido l’interno, grazie al grill si potranno dare croccantezza e la doratura che occorre per poter rendere il massimo del gusto, invece, per quanto riguarda la teglia Crisp:

  • essa è quella che provvede a cuocere la totale parte inferiore del cibo, facendo rimanere però al microonde il compito unico di andare a ridurre del tutto i tempi di cottura, rendendo tali tempi rapidi e veloci.

Il forno a microonde con funzione Crisp è quello che viene maggiormente apprezzato da chi ha necessità di andare ad ottenere lo stesso sapore e anche il gusto che si potrà ottenere con una frittura, ma andando ad affidarsi al sistema di cottura sano e naturale, senza dover utilizzare oli e grassi vari.

A che serve la cottura Crisp?

Abbiamo capito che con il termine Crisp si fa fede alla teglia che sarà utilizzata andando a posizionarla sul piatto rotante in vetro, che è posto all’interno del forno microonde. La cottura Crisp è quella che farà  dorare gli alimenti. Per cui, vedremo che andando ad attivare tale funzione, nello stesso tempo, saranno eseguite tre operazioni, quali:

  • si avrà la doratura dello strato inferiore del cibo con il piatto Crisp,
  • si avrà la doratura dello strato superiore del cibo con il grill del microonde,
  • si avrà la cottura del cibo con le microonde del fornetto.

Come si utilizza il piatto Crisp?

Riuscire a comprendere quale debba essere l’uso del piatto Crisp è molto semplice. Su ogni tipologia di forno a microonde tale funzione è del tutto automatica, infatti non avremo alcun bisogno di andare ad impostare la temperatura o la potenza stessa. Basta che eseguiate i seguenti procedimenti:

  • dovete mettere il cibo da preparare sul piatto Crisp,
  • dovete inserire il piatto con il cibo nel microonde e poi dovete chiudere lo sportello,
  • dovete attivare la modalità Crisp, cliccando il pulsante a lato del microonde,
  • dovete regolare il timer per la cottura e premere il pulsante d’avvio.

Per capire quali siano le capacità di cottura di un forno a microonde che ha la funzione Crisp, la migliore soluzione è sicuramente esercitarsi con la preparazione di un piatto di patatine fritte. Nel prossimo paragrafo vedremo cosa dovete fare.

Cucinare le patatine fritte come prova

Eccoci con una semplicissima ricetta, che sarà anche facile da eseguire, al fine di capire come andare ad utilizzare la famosa funzione Crisp. Cominciamo con gli ingredienti:

  • patate di media grandezza
  • sale e altri condimenti a piacere
  • 2 cucchiai di olio di oliva

Procedimento:

  • dovete cominciare con il tagliare le patate a strisce con uno spessore molto sottile, che sembrino quasi a sfoglia.
  • dopodiché dovete immergere le patate ottenute nell’acqua fredda che si dovrà cambiare più volte fino a quando non sarà del tutto limpida e pulita.
  • dovete asciugare bene, quindi, con l’aiuto della carta da cucina o anche con un canovaccio in cotone, singolarmente, tutte le fettine di patate, altrimenti potete farle girare in una centrifuga per la verdura.
  • dovrete poi mettere le patate all’interno della teglia Crisp, facendo in modo che esse non si vadano a toccare o incollare tra loro.
  • aggiungete del sale e spezie varie e condite con due cucchiai di olio extravergine di oliva.
  • arrivati a questo punto, dovete mettere la funzione Crisp, che in pratica farà in modo che la cottura delle patate avvenga alla potenza massima che può arrivare il forno per circa 3 minuti, per poi andare ad arrestarsi in modo automatico, in modo che le patate possano essere girate e proseguire la cottura, ma con una potenza che viene ridotta al 50% per almeno tre minuti al massimo.
  • infine, dovete tirare fuori le patate dal forno, che saranno croccanti e dorate e servire.

Nel caso in cui le patate non fossero ancora cotte al punto giusto, dovete continuare con la cottura a intervalli di 1 minuto, fino a che non si sarà raggiunto il livello di cottura che si vuole.

Per quali alimenti si consiglia la cottura con modalità Crisp?

La cottura Crisp è quella che viene indicata per preparare:

  • Frittate
  • Arrosti
  • Pizze
  • Torte salate
  • Crostate
  • Dolci lievitati

Ma fate attenzione, tutte le torte salate e i dolci che vengono preparati con la funzione Crisp, sono quasi sempre diversi rispetto a quelli che vengono ottenuti con i classici forni tradizionali. Dato che:

  • i bordi delle torte salate non saranno mai croccanti in modo uniforme,
  • la superficie delle torte saranno poco colorite e avranno la tendenza a diventare “spugnose” nel giro di poco tempo.

Differenza tra forno combinato e Crisp

Non c’è alcuna differenza tra i due, questo perché il combinato è quello che indica proprio la cottura Crisp, dato che si tratta di una combinazione di microonde e grill. 

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli, mi piace tutto ciò che ruota attorno alla tecnologia, alle moto e alla musica. Sono felice di poter scrivere articoli su questi temi.

Back to top
menu
Forni Microonde combinati